071 7950426 - 349 5920931 info@delgervasio.it

Centro Cinofilo del Gervasio

Lasciando, probabilmente a malincuore, l’ammiccante distesa marina sulla sinistra, la svolta verso il paesaggio collinare diventa una scelta forzata per chi deve raggiungere la meta che a breve descriveremo con dovizia di particolari e, pur soffermando lo sguardo sullo specchietto retrovisore, cercherà la destinazione fra le morbide asperità che si alzano dal livello del mare che nascondono piccoli tesori di folklore e di storia: questo accadde anche a me, qualche anno fa, quando mi recai per la prima volta nel luogo che sarebbe diventato la mia residenza.

Ricco di entusiasmo e di prospettive interessanti scesi dalla mia Bologna per raggiungere una località che a fatica si trova sulle carte stradali, ma dove mi aspettava una nuova avventura: in quel luogo, infatti, si trovava, e si trova tutt’ora, un allevamento di Schnauzer Giganti e di Schnauzer Nani sorto fra le colline del Pesarese, nella località di San Gervasio, e poi trasferitosi prima a Bellocchi di Fano, quindi definitivamente ai piedi del comune di Monterado. Il titolare di questo allevamento, Bartolini Carlo, cedeva la sua attività per ritirarsi a vita privata dopo un lungo periodo passato al servizio della cinofilia ed in particolare della tipologia di cani che io prediligo: lo Schnauzer nelle sue specifiche razze di Riesenschnauzer Nero e Zwergschnauzer Nero. Il frutto del lavoro del mio predecessore ha lasciato una impronta indelebile nelle razze citate ed in particolare in quella degli Schnauzer Giganti dove, a coronamento della sua carriera, ha ottenuto anche un titolo di campione del mondo ed ha imboccato una strada che io ho seguito e che porto avanti nel confermare la tipicità dei cani che allevo. Cercando di non fermarmi, davanti ad ostacoli che l’attività cinofila pone sul cammino di chi la persegue, ho progettato e quindi realizzato una struttura atta a far praticare l’attività sportiva a quei proprietari che intendono sviluppare le caratteristiche di utilità e di lavoro dei loro amici cani. Il Centro Cinofilo del Gervasio nasce quindi da un connubio di allevamento e di passione per i cani che praticano sport, ma essere giunto a realizzare questo progetto non è sufficiente, occorre innanzi tutto diffondere la cinofilia nei suoi vari aspetti operando, dove se ne ha la conoscenza, anche direttamente, ma dove invece i propri limiti produrrebbero confusione bisogna affidarsi a persone competenti e di consolidata esperienza.

Descrivere me stesso e di come sono arrivato, dopo una vita di intenso amore per i cani, a questo punto di partenza non è significativo, anche perché credo che nulla meglio di quello che mi sono accinto a fare possa parlare per me, ma le persone che mi accompagnano in questa avventura sono i veri pilastri su cui si basa tutta la struttura del Centro Cinofilo del Gervasio.
Giunto al punto in cui, dopo un periodo di affiancamento, presi in consegna definitivamente la struttura dell’Allevamento del Gervasio e ufficializzai l’attuale Centro Cinofilo del Gervasio cominciai a modificare e sistemare la già esistenti ed essenziali strutture allestendo in primo luogo il campo dove progettavo già di sistemare l’attrezzatura necessaria per le attività sportive.
Mentre il manto erboso iniziava a prendere forma entrai in contatto con WorkDogs per un sostegno tecnico e per le indicazioni su come potevo introdurmi, nel modo giusto, nel mondo dell’addestramento e dello sport cinofilo. Questo contatto mi avvicinò a Lilia Bozzetti con la quale organizzai il primo Corso di Educazione Cinofila di Base che venne seguito, a breve termine, da un Corso di Avanzamento sviluppato lungo una intera settimana ottenendo un soddisfacente successo. Vista la risposta positiva mantenemmo i nostri rapporti tanto da indurci a continuare la collaborazione che oggi vede Lilia Bozzetti trasferita definitamente presso questa struttura a portare una filosofia di addestramento all’avanguardia, tale filosofia è basata su supporti altamente qualificati quali Master e apprendimento pratico presso strutture negli Stati Unititi che hanno forgiato quella esperta e competente addestratrice e preparatrice che oggi coordina il settore addestramento del nostro Centro.

Intanto l’allevamento cominciava a produrre i primi cuccioli di Schnauzer Gigante sotto il nuovo affisso “Allevamento del Nuovo Gervasio” e la cura amorosa di mia moglie rivolta ai nuovi nati unita alla sua puntigliosità nel mantenere in ordine e estremamente pulita tutta la struttura, mi consentiva di dedicarmi ad esposizioni, ricerca di interessanti soggetti per rafforzare una già possente linea di sangue e di spaziare verso una nuova frontiera, almeno per me: gli Schnauzer Nani Nero-Argento.
La filosofia importata da Lilia dava già i primi riscontri e si faceva largo fra le varie proposte di educazione cinofila con la tangibilità delle esperienze e delle testimonianze di chi ne traeva gli entusiasmanti vantaggi ed il messaggio mediatico, lanciato tramite articoli e resoconti di performance del Centro, raggiungeva il pubblico e gli appassionati interessati all’argomento: WorkDogs, in primis, fungeva da trampolino di lancio ottimale data la sua specificità improntata sul lavoro e l’educazione del cane.
Passo passo, quindi si è giunti ad oggi, la struttura del Centro è ben delineata, i lavori non sono terminati, ma ora tutto ha preso forma e la funzionalità non ne trae svantaggio, solo il lato estetico è privato del suo definitivo aspetto, ma quello che conta, quello che qualifica e contraddistingue il complesso cinofilo ha la sua connotazione definitiva ed ora iniziamo la visita guidata….venite con me!
Scendendo dalle vostra vettura vedrete sulla sinistra il Campo di lavoro vero e proprio e il campetto adiacente, sono in totale 13.000 metri quadrati di cui due terzi dedicati al Campo con i Rivieres, la palizzata, il salto e gli altri accessori necessari per l’allenamento e le prove ufficiali, un ampio spazio fra la recinzione esterna e quella interna, che delimita il terreno ove si svolgono le prove, consente ad un numero elevato di spettatori di osservare le attività praticate, ma presto una piccola gradinata dovrebbe consentire anche di osservare comodamente seduti. Questo spazio viene quindi utilizzato da Lilia Bozzetti per allenare i cani e per addestrali e, a brevissimo termine, da John Soares in qualità di Figurante ed addestratore lui stesso. Nella scheda si potranno leggere i dati relativi alla sua esperienza ed il suo curriculum, ma solo venendo a vederlo potrete apprezzare a pieno la sua effettiva capacità di interagire con i cani e la abilità a trarre il meglio da loro, senza inibirli, sfruttando al meglio le loro potenzialità.

In questo stesso spazio verranno tenuti i seminari per amatori dello sport cinofilo, per aspiranti addestratori o figuranti ed eventualmente manifestazioni sportive o esibizioni di bellezza; tutte queste attività sono già in fase di esecuzione o di programmazione e le coperture pubblicitarie già attivate. Proprio in questi giorni il primo Corso di Ecucazione Cinofila di Base di quest’anno, il quarto da quando abbiamo iniziato l’attività, ha ottenuto la consueta approvazione dai numerosi partecipanti e la loro adesione al successivo Corso di Avanzamento che si terrà a breve.
Il settore show, inteso come preparazione e sviluppo di attività relative alla presentazione di soggetti idonei, morfologicamente ed esteticamente, alle Esposizioni Cinofile, è curato da Stephanie Mischel che collabora con lo scrivente nel settore Tolettatura, sia commerciale che specializzata in stripping, taglio a forbice e quant’altro relativo al settore. In questa specifica disciplina, con un occhio particolare allo stripping, forniamo supporto e formazione a chi intende specializzarsi ed affrontare in proprio l’attività di Tolettatore.
Concludiamo qui la nostra visita guidata con l’augurio che vogliate seguire l’itinerario mostrato e che siate stimolati a visitarci per mettere a prova il nostro impegno e le nostre specifiche specializzazioni per il vostro piacere e divertimento e per dare al vostro cane uno stimolo in più per essere il vostro compagno ideale.